Come lavoro


L’Arte dell’ accordatura

E’ mia abitudine migliorare costantemente il mio lavoro e aggiungere sempre qualcosa che lo possa rinnovare e rendere interessante. Ogni pianoforte poi e’ un discorso a se: prima di cominciare un lavoro bisogna fare un calcolo (in base al tipo e alla marca) sul possibile assestamento successivo, quindi variare ogni volta o quasi la modalità del lavoro in funzione di esso. Accordo i pianoforti ad orecchio in modo tradizionale poichè risulta essere il migliore: risponde sempre meglio alle esigenze estetiche della percezione uditiva. Adopero inoltre un piccolo computer dotato di microfono selettivo per un ulteriore controllo, eliminando i minimi errori dovuti a rumori esterni, non perfette condizioni acustiche ambientali, stanchezza ecc. Accordare i pianoforti è un’arte: un pianoforte ben accordato ha un suono dolce, vagamente somigliante negli acuti a quello di un carion; la stragrande maggioranza degli utenti conosce il suono del pianoforte accompagnato da una, nel migliore dei casi, lieve ma cronica scordatura; se si ascolta invece un brano eseguito su uno strumento appena accordato (premesso che ciò sia stato fatto proprio bene), vi sembrerà di essere “su di un altro pianeta” perché il brano assume un altro senso rispetto a prima. Scompaiono tutte le dissonanze, gli armonici su tutto lo spettro delle frequenze coincidono, i suoni si sommano e si rafforzano diventando chiari e decisi, non più probabili e ambigui. Purtroppo questa freschezza svanisce nel giro di poche esecuzioni e il pianista prende per buono tutto quello che viene dopo, abituandosi alle stonature che inesorabili vanno sovrapponendosi giorno dopo giorno, trasformandolo in un esecutore-ascoltatore molto tollerante; due categorie di utenti si salvano in genere: i violinisti e i pianisti americani; i primi perché hanno a che fare con uno strumento che impone loro di sapere bene cosa e’ l’accordatura e l’intonazione, i secondi perché hanno una cura talmente professionale e maniacale dello strumento da sviluppare un ottimo orecchio.